Approfittando del ponte del 1 Maggio e della tregua da una settimana di pioggia incessante, ho dedicato, insieme all’amico Matteo, il venerdì mattina alla Caccia Fotografica.

Dopo una discreta levataccia ed un incontro fortuito con un Tasso (Meles Meles) solitario che vagava sul ciglio della strada,  siamo arrivati nella zona prestabilita.  Montato il Canon EF 70-200 f/2.8 L con l’extender 2X abbiamo incominciato la camminata…

…niente capanno mimetico o appostamenti in zone strategiche…solamente caccia selvaggia, vagante, ponendo molta attenzione però alla direzione del vento e  quindi al modo in cui spostarsi e proseguire.

Il primo avvistamento è avvenuto quando il sole non era ancora completamente sorto ed era impossibile fotografare se non esclusivamente con il Flash;  un esemplare maschio di Capriolo (Capreolus Capreolus) non ci ha messo molto ad accorgersi di noi e con due balzi e  il suo particolare verso, simile ad un guaito di un cane rauco, è sparito tra la fitta vegetazione del bosco.

…purtroppo niente scatto ma la mattinata si è subito preannunciata proficua…

I migliori avvistamenti sono avvenuti dopo circa un’oretta di cammino.  Nel versante sinistro della riva abbiamo visto una femmina di Capriolo intenta a brucare il sottobosco erboso.

LoPiccoloAlessio©20090501-_mg_1856

Approfittando della calma dell’animale e della sua posizione, dopo un paio di scatti, abbiamo cercato di raggiungerla dal versante opposto. Il vento era a nostro favore e con un po’ di fortuna gli saremmo arrivati di fianco senza farci vedere e senza farci sentire…e così è stato!!!

Il capriolo era li, fermo, immobile, a 15 metri da noi, leggermente in controluce…PERFETTO!!!

LoPiccoloAlessio©20090501-_mg_1857

Situazione decisamente emozionante !!!

La mattinata si è conclusa con un ultimo avvistamento durante la via del ritorno…

LoPiccoloAlessio©20090501-_mg_1868

Questa volta un bel maschio che, nonostante ci abbia visto subito, è rimasto in zona senza farsi tanti problemi, quasi come se fosse disposto a farsi riprendere da due curiosi impostori…

LoPiccoloAlessio©20090501-_mg_1872

– – –

LoPiccoloAlessio©20090501-_mg_1876

– – –

LoPiccoloAlessio©20090501-_mg_1879

E’ stata una bellissima mattinata, le occasioni non sono mancate.

Questo tipo di fotografia, la “caccia fotografica vagante“, sicuramente comporta più “rischi” ed è più facile farsi scappare le occasioni; è necessario avere una buona conoscenza del territorio e accortezza nei movimenti.

La trovo più avvincente e soddisfacente; il  contatto con la natura è  completo ed è per questo che, quando possibile, la preferisco.

Alla Prossima!!!